Telefono




AGOSTINO MAROGNA

Piazza Civica, 34
07041 Alghero (SS) - Sardegna



Orario:
Mattino dalle 9.30 alle 13.00
Pomeriggio dalle 16.30 alle 21.30
Giorni di Chiusura: Domenica mattina chiuso - pomeriggio 17-00 / 21-30


Sito Internet

   
Registratevi per essere informati sugli Eventi

Se volete lasciare un commento su FaceBook cliccate:

Commenti, Opinioni, Recensioni
     

 RICHIEDI INFORMAZIONI - Antonello Alloro - Esposizione Permanente
 RICHIEDI INFORMAZIONI - Cerimonia
 RICHIEDI INFORMAZIONI - Ciondolo argento € 1.400
 RICHIEDI INFORMAZIONI - Girocollo di perle € 2.300
 RICHIEDI INFORMAZIONI - Orecchini argento brunito € 400
 RICHIEDI INFORMAZIONI - Monile oro bianco e giallo € 2.600
 RICHIEDI INFORMAZIONI - Bracciale in argento € 800

Informazioni - Presentazione Azienda

Leggi tutto ...
Agostino Marogna - Gioielleria e Gioielli di corallo ad Alghero in provincia di Sassari Sardegna Italia

UNICO PUNTO VENDITA IN PIAZZA CIVICA AD ALGHERO.
La bottega orafa Agostino Marogna nasce nei primi anni sessanta, precisamente nel 1962, nella città di Alghero, capitale della Riviera del Corallo.
Agostino Marogna, suo fondatore e algherese di nascita, intraprende il suo viaggio nel mondo dell’arte orafa in un periodo che vede la sua città divenire “ la porta d’oro del turismo” in Sardegna, ma soprattutto in un momento storico di grande fermento e ritrovata ispirazione che travolge il mondo dell’oreficeria nell’isola.
Alghero gode di questo felice momento, che riguarda in particolare la lavorazione del corallo pescato nei suoi mari e, fino ad allora, esportato e lavorato in altre regioni come la Campania e la Sicilia.

Fin dai suoi esordi la bottega si propone di realizzare una creativa e raffinata gamma di monili, non solo ispirati ai gioielli della tradizione sarda, ma anche di fattura moderna e di fantasie geometriche, impegnandosi in una continua ricerca dell’innovazione.
Metalli preziosi, gemme e perle vengono impiegati con estrema cura nella realizzazione di tali gioielli, ma il materiale per eccellenza che “domina la scena” nella produzione orafa di Agostino Marogna è il mirabile “oro rosso” dei mari di Alghero.
Nel 1990 Agostino Marogna inaugura la sua Galleria Orafa, nella quale oggi operano la figlia Sara e il genero Giuseppe Tilocca.
Attualmente l' unico punto vendita si trova in Piazza Civica, cuore del centro storico Algherese, al numero 34 del cinquecentesco Palazzo d’Albis. In questo suggestivo contesto vengono esposti i manufatti di Agostino Marogna.

" Noi siamo artigiani a tuttotondo. Amiamo progettare e concretizzare i nostri lavori, occupandoci di persona di ogni singolo passaggio che riguarda la loro realizzazione. Siamo noi che li proponiamo alla clientela, esponendo la tecnica usata e i materiali scelti nelle fasi di esecuzione. Raccontiamo “il pezzo” e cerchiamo di soddisfare ogni curiosità che riguardi il corallo, il gioiello sardo e il suo grande peso nella cultura e nella forte identità della Sardegna. Per tutte queste ragioni il nostro è un prodotto di nicchia.
Questa scelta ci permette di mantenere la nostra identità artigiana e di curare al meglio l’aspetto artistico, puntando sul pregio e sull’originalità di ogni creazione.
Ogni gioiello acquistato presso il nostro negozio è accompagnato da un certificato di garanzia che ne attesta l’autenticità."

Tags

кораллов | サンゴ | ジュエリー | الشعب المرجانية | مجوهرات | Aeroporto di Alghero | Arte orafa | Artigianato del corallo | Boutiques del corallo | Centro storico | Coral | Creazioni in corallo | Design personalizzato | Dove acquistare coralli | Dove comprare corallo | Galleria orafa | Gioielli fatti a mano | Gocce di corallo | Jewellery | Jewels | Lavorazione artigianale | Maestri orafi | Negozi del corallo | Opere d'arte | Pezzi unici | Piazza Civica | Porto Torres | Preziosi esclusivi | Produzione gioielli | Regalo | Vendita coralli |

Specials

Fashion News

News & Events


Mostre d’arte
Agostino Marogna è lieto di ospitare esposizioni di opere d’arte di artisti locali.

In esposizione le opere di Antonello Alloro
Antonello Alloro espone le proprie opere: l'artista Antonello Alloro espone le sue sculture realizzate in acciao e cemento in una esposizione permanente presso la gioielleria Marogna.

Matrimoni
Presso la boutique Marogna gioielli esclusivi per il giorno piú importante.

Prodotti

Leggi tutto ...
Prodotti
Anelli
Bracciali
Ciondoli
Girocollo
Collane
Orecchini
Parure
Pettorali
Spille


Services


Leggi tutto ...
PROGETTAZIONE GIOIELLI
La bottega orafa Agostino Marogna progetta e realizza gioielli su commissione per la propria clientela.


ASSISTENZA POST VENDITA
La bottega orafa Agostino Marogna garantisce ai clienti un servizio di assistenza valido per i primi due anni dalla data di acquisto indicata nel certificato di garanzia che accompagna tutte le sue creazioni.


SPEDIZIONE PREZIOSI
La bottega orafa Agostino Marogna effettua, su richiesta dei clienti, spedizioni nazionali ed internazionali tramite corriere assicurato.


TAX FREE
La bottega orafa Agostino Marogna offre il servizio Tax Free per i clienti provenienti dalla zona extra UE.


Services

Vetrina

L'esposizione dei pezzi unici, progettati e lavorati a mano, trasmette alla clientela la celebrazione del corallo e delle sue lavorazioni. Alcune di queste, caratteristiche di particolari contesti geografici e storici, vengono riproposte nella realizzazione di particolari oggetti di assoluto pregio.
Le teche piramidali permettono alla clientela di godere al massimo della cura nei particolari di ogni singolo pezzo esposto.

Photogallery

Gli splendidi locali con le volte a botte in arenaria grezza, come in uso nelle antiche costruzioni della cittá, fanno da cornice ai pezzi esposti quasi a completarne il pregio. Le luci, sapientemente utilizzate, e le piramidi di cristallo che ospitano i pezzi, ne permettono una ottimale visione a tutto tondo e ne esaltano l'unicitá.

Tell me more


Il Corallo rosso
La materia prima utilizzata è il corallo rosso del golfo di Alghero, la cui produzione risale al XIV secolo quando il re d'Aragona esentò i pescatori locali dal pagamento dell'imposta sulla pesca alla quale erano invece assoggettati i pescatori catalani, provenzali e gli altri stranieri.
Il corallo è un animale appartenente alla famiglia dei celenterati. Il polipaio, che è di struttura calcarea, è costituito da tre parti distinte, ma interdipendenti: lo sclerasse, il cenosarco e i polipini veri e propri. Di tutto ciò a noi interessa solo lo sclerasse, parte interna del polipaio dura e lavorabile. Il corallo pescato nel Mar Mediterraneo viene denominato Corallium Rubrum.
E’ un “corallo nano”, presenta un colore rosso uniforme, si pesca dagli ottanta ai centotrenta metri di profondità.
Il corallo pescato ad Alghero è considerato uno dei migliori al mondo per la sua struttura compatta e per il suo colore omogeneo. Le sue gradazioni variano dalle tonalità aranciate tendenti al salmone a quelle più scure di rosso intenso.

Pesca del corallo
La pesca del corallo in Sardegna è rigidamente controllata, il numero di licenze nominative non supera quasi mai le 25 unità, i corallari devono avere i requisiti psico- fisici per ottenere il rinnovo annuale della propria licenza.
La stagione di pesca inizia da metà maggio e termina a metà ottobre, vige il divieto di pesca del corallo da 0 a 80 metri, le quote operative variano dagli 80 ai 120 metri, per un tempo di permanenza sul fondo che oscilla dai 15 ai 25 minuti. Il limite di prelievo giornaliero è di 2,5 kg per pescatore, con rami del diametro alla base non inferiore ai 10 mm. Le imbarcazioni devono essere dotate di camera iperbarica.

"Vedo nel porto schierate con ordine militare molte barche peschereccie e dinanzi ad esse quei trabocchetti di rete che chiaman nasse. Nel lontano orizzonte vedo una vela: è una barca corallina che coi suoi uomini di ferro fra stenti inauditi, strappa ai profondi scogli del mare quel polipo porporino che andrà poi a posarsi invidiato sul collo delle belle signore d'Italia e sulle spalle delle odalische d'oriente" (Paolo Mantegazza, Profili e paesaggi della Sardegna, Milano 1869)

Tecniche di lavorazione
La Filigrana.
Di origine asiatica, questa tecnica fu diffusa nel Mediterraneo e nelle aree d’influenza fenicia, attraverso i contatti culturali tra le diverse popolazioni. Nella nostra isola fu introdotta dagli Spagnoli nel XV secolo, i quali la appresero dagli Arabi.
In Sardegna la filigrana è utilizzata per la fattura di quasi tutti i gioielli ed ha avuto uno sviluppo tale da superare la tecnica degli antichi Maestri, assumendo forme peculiari. Tale e tanta è la varietà dei gioielli legati al costume tradizionale sardo da poter affermare che, come ogni paese della Sardegna ha un costume proprio, così ogni costume ha i suoi particolari gioielli.
La lavorazione ha inizio riducendo il metallo prezioso (lega in oro o in argento) in sottilissimo filo, mediante la trafila e la filiera. Si attorciglia quindi un doppio filo, mediante l’impiego di apposite tavole di legno, si realizza così la “treccia” in filigrana, sagomata poi nelle forme più tradizionali, come la lavorazione a spirale o la riproduzione di motivi naturalistici e floreali, o in forme più geometriche e stilizzate. Una volta conferita alla treccia la forma desiderata si prosegue alla realizzazione del gioiello, avvalendosi della tecnica di lavorazione “a giorno”, mediante la quale la filigrana viene racchiusa, senza l’ausilio di alcun supporto in metallo, in contorni creati con fili in metallo più grandi, oppure della tecnica di lavorazione “a notte”, mediante la quale invece si ha una base in lastra d’oro o d’argento, sulla quale viene saldata la treccia. Il motivo ottenuto viene liberato traforando la lastra, il gioiello viene poi arricchito con l’imperlato e con le pietre preziose o semipreziose o il corallo. Le Nostre creazioni vengono realizzate con la tecnica “a notte”, traendo ispirazione e al contempo reinterpretando il gioiello tradizionale.

Intarsio:
Questa tecnica ha origini molto antiche: pare che se ne avvalessero già grandi civiltà come quella Inca, Azteca ed Egizia.
Negli anni cinquanta essa fu riportata in auge ad Alghero dall’artista Verdina Pensè, pioniera nella lavorazione moderna del corallo.
La nostra tecnica concretizza monili che rivelano a prima vista un insieme armonioso di tessere geometriche (realizzate in corallo o pietre dure di vari colori) ma che dopo una attenta osservazione svelano figure stilizzate di uomini a cavallo, guerrieri o più complesse scene di vita quotidiana.

Traforo su lastra:
Tecnica complementare a quasi tutte le altre tecniche sopra citate. Essa si attua con l’ausilio di seghetti ad arco con i quali si trafora la lastra per estrapolarne motivi e figure precedentemente elaborate.

Fusione su osso di seppia:
Uso creativo di una tecnica molto antica. Da svariati secoli nei paesi mediterranei si usa riprodurre piccoli oggetti per via di fusione su osso di seppia, tecnica dal concetto elementare, ma di non sempre garantito successo.
Si presta all’impiego di metalli nobili, ma a nostro parere, offre i migliori risultati utilizzando l’argento. L’oggetto che si vuol realizzare viene inciso nell’osso, il quale funge da matrice.
La colata del metallo fuso, se ben riuscita, darà luce ad un pezzo unico dai particolari irripetibili.
 

Map

Location

La Boutique Agostino Marogna si apre nella centralissima Piazza Civica di Alghero, storicamente il centro delle principali attivita commerciali ed economiche della cittá fin dalla sua fondazione in etá medioevale, grazie anche al suo antico sbocco a mare. A pochi passi dalla cattedrale cinquecentesca, ancora oggi é il principale riferimento nel centro storico della cittá e offre riferimenti storici ed archittetonici di rilievo, come lo stesso Palazzo d'Albis che ospita la boutique.

To Visit


Palazzo d’Albis
Di chiaro stile gotico aragonese, è il palazzo più celebre e riveste un ruolo di grande importanza per la popolazione, in quanto nel 1541 ospitò l‘Imperatore Carlos V, di passaggio per una spedizione contro Algeri.
Egli, salutando la folla dalla finestra sulla piazza, pronunciò la storica frase “ Estad todos Caballeros ” (“Siate tutti cavalieri”).
La galleria si sviluppa in un unico ambiente realizzato con imponenti conci di tufo e arenaria che dal suolo convergono verso l’alto, formando una tipica “volta a botte”, diffusa caratteristica architettonica nel centro storico algherese.
In questo suggestivo contesto vengono esposti i manufatti Agostino Marogna.

Città di Alghero
Un antico borgo catalano sul mare, un'infinità di colori e paesaggi, sole e temperature miti tutto l'anno, storie e leggende di antiche civiltà, il suono dell'antica lingua catalana, il fascino della vela, l'avventura degli sport più estremi e ancora… sentierismo, cicloescursionismo, trekking, le tradizioni dei sapori antichi rivisitati da gusti contemporanei e poi il mare: anima della città.
Quando si passeggia per Alghero, sulle sue secolari mura, tra le sue caratteristiche stradine acciottolate si percepisce quel fascino tutto particolare che solo le città di mare sanno avere.
Un mare sempre presente nel paesaggio e sempre a portata di mano, un porto turistico dove accanto ai grandi yacht si alternano i colori delle caratteristiche imbarcazioni per la pesca locale e tra le forme e i colori della storia un'infinità di spazi relax dove concedersi rigeneranti break.

Piazza Civica
Conosciuta dai locali come Placa del Pou Vell (piazza del pozzo vecchio nel locale dialetto catalano) è sempre stata il cuore pulsante della città proprio alle spalle del porto, il vero motore dell'economia locale.
Usata anticamente anche come rimessa per le barche da pesca durante le mareggiate invernali, oggi è il cuore commerciale del centro storico cittadino.
Su questa piazza si affacciano quelle che un tempo sono state le sedi istituzionali più rappresentative de l'Alguer; dalle linee gotico catalane di Palazzo de Ferrera, spesso dimora dei governatori della città e dei reali nelle occasioni ufficiali, alla Casa de la Ciutat, sede del consiglio cittadino, al Palazzo della Dogana (Duana Reial), tappa obbligata per i comandanti che ormeggiavano nella rada di Alghero.

Cattedrale Santa Maria
Sede vescovile dal 1503 Alghero ha la sua Cattedrale intitolata all'Immacolata Concezione. Da tutti però conosciuta come la cattedrale di Santa Maria in quanto costruita nel XVI secolo sulle rovine di un'antica chiesa che portava quel nome.
Aperta al culto nel 1593, la costruzione terminò solo nel XIX secolo, testimoniata dalla facciata in stile neoclassico che andò a sostituire quella tardorinascimeltale.
L'ingresso si trova in piazza Duomo, a pochi passi da Piazza Civica.

Grotte di Nettuno
Scoperte nel XVII sec. da un pescatore locale, fin da allora sono meta di numerosi visitatori. Di origine carsica si aprono sul versante nord-ovest del promontorio di Capo Caccia per una estensione di circa 4 km, di cui solo una piccola parte aperta al pubblico. Raggiungibili sia via mare dal porto di Alghero e dal piccolo molo della Dragunara, sia via terra attraverso l'Escala del Cabirol (la scala del capriolo), terminata nel '59 per poter accedere alle grotte anche in giornate di mare mosso.
All'interno i laghi, le sculture naturali, e le concrezioni disegnate dal tempo affascinano il visitatore lasciando un ricordo indelebile nel tempo. Particolarmente suggestivo è l’ambiente chiamato “Tribuna della Musica”: una balconata che consente di affacciarsi sul laghetto interno Lamarmora. Il nome, infatti, deriva da una piccola orchestra che veniva qui sistemata in occasioni di particolare importanza e che consentiva ai visitatori di organizzare delle danze nella spiaggetta sottostante.

Costa dei Grifoni
Il regno dei grifoni è lo splendido tratto di costa che da Alghero arriva fino a Bosa.
Se lo si provasse a immaginare lo si immaginerebbe proprio cosi com'è: roccioso, aspro e frastagliato, a picco sul mare di sottostante.
Una delle pochissime colonie rimaste in Europa dell'avvoltoio dal collo bianco nidifica proprio qua, su queste pareti a picco sul mare. È facile avvistarlo, percorrendo la litoranea, mentre disegna lento i suoi ampi cerchi nel cielo di Sardegna.

Spiaggia le Bombarde
Una delle più belle spiaggie della Sardegna nord-occidentale, si trova a circa 10 Km da Alghero. La sabbia bianchissima che scivola nelle sue acque cristalline è circondata alle due estemità da roccie vulcaniche e macchia mediterranea dai profumi inconfondibili. Dotata di ampio parcheggio, alle sue spalle una bellissima pineta le fa da cornice.
Una tappa obbligata per chi cerca una giornata di relax sul mare di Alghero.
 

Meteo

Press

Friends

Pevero Golf Club
Pevero Golf Club - Arzachena
Soho
Soho - Milano
I Frati Rossi
I Frati Rossi - Arzachena
Ambrosio La corte
Ambrosio La corte - Olbia
Le Theatre
Le Theatre - Arzachena
La Scogliera
La Scogliera - La Maddalena
Clipper
Clipper - Arzachena
O - MasterChef O'Neill
O - MasterChef O'Neill - Alghero
Boutique Marras
Boutique Marras - Alghero
Golfer's
Golfer's - Arzachena
In Vino Veritas
In Vino Veritas - Olbia
Sant Ambroeus
Sant Ambroeus - Milano
Savoy
Savoy - Parma
Trattoria Caragol
Trattoria Caragol - Alghero
Rafael Cafe
Rafael Cafe - Palau
Al 43 di via Doria
Al 43 di via Doria - Alghero
Floris Coroneo
Floris Coroneo - Cagliari
Domomea
Domomea - Alghero
Floris Coroneo
Floris Coroneo - Arzachena
Mulino Grande 
Mulino Grande - Cusago

Facebook Comments

Play Dance
PlayDance
Play Welcome
PlayWelcome
Play Spot
PlaySpot
Play Style
PlayStyle
Play Restaurant
PlayRestaurant
Play Hotel
PlayHotel
Play Beauty
PlayBeauty
Play Fun
PlayFun
Play Beach
PlayBeach
Play Magazine
PlayMagazine
Play Wellness
PlayWellness
Play Home
PlayHome

PlayFashion - Copyright Studio Lomax - All Rights Reserved - P.I. 01013620099 - Powered by: Inside Web - Policies